Si fa presto a dire peperone!

Fettuccine con crema di peperone crusco, dadini di melanzana fritti, mozzarella di bufala e oro rosso
23 Settembre 2019

Sapete qual è la differenza tra un peperone e il nostro Peperone di Senise IGP?

Partiamo dal metodo di produzione: il Peperone di Senise IGP prevede una lavorazione 100% manuale dalla semina alla raccolta fino ad arrivare alla trasformazione.
Il Peperone di Senise IGP una volta raccolto viene fatto riposare in locali asciutti e ben areati per 2 -3 giorni, in seguito i peduncoli vengono selezionati e infilati in serie con uno spago. Così facendo vengono create le caratteristiche “collane” meglio conosciute come “serte”. Le “serte” vengono sottoposte a un processo di essiccazione naturale fino a quando il contenuto di acqua presente non si attesterà al di sotto del 10-12%.
Passiamo all’ aspetto e al sapore: la sua forma ricorda quella del peperoncino ma attenzione, il Peperone di Senise IGP è dolce!
La zona di produzione: il Peperone di Senise IGP viene coltivato nel comune di Senise ed in altri comuni limitrofi che si trovano nella provincia di Matera e Potenza specificati all’ interno del disciplinare di produzione.
L’utilizzo in cucina: il Peperone di Senise IGP fatto essiccare, e fritto in olio extravergine di oliva diviene “crusco” ossia croccante oppure, in alternativa, privato dei semi e macinato a pietra viene diventa una polvere utilizzata come spezia per minestre, primi piatti e all’interno dei tradizionali salumi lucani.
Le proprietà nutritive: i Peperoni di Senise IGP vantano di ottime proprietà nutritive. Accanto alle vitamine A, E, K, e PP, contengono il 30% in più di vitamina C rispetto alle altre varietà.

Inoltre, il Peperone di Senise IGP, è molto più digeribile del classico peperone! Provare per credere!!!

Noi di MAB produciamo e trasformiamo solo Peperone di Senise IGP, per una filiera controllata e certificata dal campo alla tavola!
100% QUALITÀ A MARCHIO MAB